Giosuè, il successore di Mosè

Prof. Blazej Štrba

II semestre

Requisiti. Si richiede una buona conoscenza dell’ebraico, dimestichezza con le edizioni critiche BHS e BHQ. Si richiede anche di aver seguito il corso introduttivo all’AT.

Scopo generale del corso. Il corso propone una lettura tematica della successione di Mosè attraverso alcuni brani del Pentateuco. Attenzione particolare sarà data agli aspetti critici dell’autorità e agli aspetti salienti del successore Giosuè. Scopo specifico del corso: il corso ha tre scopi principali. Il primo e principale scopo è al livello di conoscenza del testo biblico. Si tratterà di acquisire familiarità con alcuni brani del Pentateuco che in qualche modo riguardano l’autorità di Giosuè connessa con quella di Mosè. Attraverso l’analisi esegetica di tali testi si individuerà il tema del passaggio dell’autorità da Mosè a Giosuè, evidenziando le caratteristiche del ruolo di Giosuè in quanto “successore” di Mosè e in quanto profeta “come” Mosè. Il secondo scopo è offrire alcuni strumenti metodologici necessari per una lettura critica dei testi narrativi e per capire la rete letteraria che essi creano. Il terzo scopo è di introdurre brevemente nella storia della ricerca e nella discussione recente e di acquistare una capacità critica nella lettura della letteratura secondaria che riguarda i passi studiati.

Il corso di esegesi consisterà in lezioni frontali.

La crisi dell’incredulità di Mosè e di Aronne presso le acque di Meriba ha posto la domanda sull’individuazione delle nuove guide. Mentre la successione sacerdotale sarà predefinita dalla prerogativa della parentela di sangue, la scelta del successore di Mosè non sarà condizionata dal legame di sangue. Inoltre, il profilo personale del successore Giosuè non sarà offuscato da nessun tipo di incredulità. Difatti Giosuè si era distinto per una tale fiducia verso Yhwh da procurargli la promessa da parte di Yhwh stesso di una assistenza identica a quella concessa a Mosè. Dopo di Giosuè non sorse più un successore pari a Mosè. Yhwh ha portato a compimento la promessa della terra unicamente sotto la guida Giosuè.

I testi fondamentali per il corso sono: Nm 11,24-30; 14,1-10; 20,1-13.22-29; 27,13-23; Dt 3,21-29; 31; 32,48-51; 34.

Le lezioni saranno accompagnate da delle presentazioni di PowerPoint che saranno a disposizione per gli studenti. Agli studenti è richiesta la lettura dei testi in oggetto ed una partecipazione attiva durante le analisi del testo biblico. Le lezioni saranno integrate da un approfondimento bibliografico indicato durante le lezioni (ca. 200 pagine di testo tratte da monografie e articoli).

La conoscenza passiva dell’inglese si suppone e quella del tedesco è utilissima.

L’esame sarà o orale o scritto, a scelta dello studente. L’esame scritto durerà non oltre 2,5 ore e quello orale ca. 30 min. Entrambi i tipi di esame prevedono tre parti:
1) traduzione e analisi di un testo senza l’aiuto del dizionario,
2) una domanda sull’argomento discusso nelle lezioni e
3) una domanda sulla lettura di approfondimento.  

Alcuni commentari

  • T.R. Ashley, The Book of Numbers (NICOT), Grand Rapids (MI), 1993
  • F. García López, La Torá. Escritos sobre el Pentateuco (Asociación Bíblica Española), Estella (Navarra) 2012
  • B.A. Levine, Numbers 1–20. A New Translation with Introduction and Commentary (AB 4A), New York 1993
  • B.A. Levine, Numbers 21–36. A New Translation with Introduction and Commentary (AB 4B), New York 2000
  • J. Milgrom, Numbers. The Traditional Hebrew Text with the New JPS Translation (The JPS Torah Commentary), Philadelphia (PA) 1990
  • Richard D. Nelson, Deuteronomy. A Commentary (OTL), Louisville (KY) 2002
  • E. Otto, Deuteronomium 12–34. Zweiter Teilband: 23,16–34,12 (HTKAT 5,2,2; Freiburg 2017)
  • S. Paganini, Deuteronomio. Nuova versione, introduzione e commento (I libri biblici. Primo testamento 5), Milano 2011
  • U. Rüterswörden, Das Buch Deuteronomium (NSK.AT 4), Stuttgart 2006
  • H. Seebass, Numeri. 2: Numeri 10,1–22,1 (BKAT IV,2), Neukirchen-Vluyn 2003
  • H. Seebass, Numeri. 3: Numeri 22,2–36,13 (BKAT IV,3), Neukirchen-Vluyn 2007
  • T. B. Dozeman, Joshua 1–12. A New Translation with Introduction and Commentary (AB 6B), New Haven – London 2015
  • J.L. Sicre, Josué (Nueva Biblia Española), Estella (Navarra) 2002 = Giosuè (Roma 2004)

Alcuni studi relativi al tema del corso

  • Elie Assis, “Divine Versus Human Leadership. An Examination of Joshua’s Succession,” in M. Poorthuis - J. Schwartz (eds.), Saints and Role Models in Judaism and Christianity (JCPS 7) Leiden – Boston 2004, 25-42
  • P. Béré, Le second Serviteur de Yhwh. Un portrait exégétique de Josué dans le livre éponyme (OBO 253), Fribourg – Göttingen 2012
  • F. Cocco, Sulla cattedra di Mosè. La legittimazione del potere nell’Israele post-esilico (Nm 11; 16) (Collana biblica) Bologna 2007
  • Z. Farber, Images of Joshua in the Bible and Their Reception (BZAW 457), Berlin 2016
  • K. Finsterbusch, “Deuteronomy and Joshua. Torah in the Book of Joshua in Light of Deuteronomy,” JAJ 3 (2012) 166-196
  • C. Frevel – T. Pola – A. Schart (ed.), Torah and the Book of Numbers (FAT II/62), Tübingen 2013
  • I. Kislev, “The investiture of Joshua (Numbers 27:12-23) and the dispute on the form of the leadership in Yehud,” VT 59 (2017) 429-445
  • J. J. Krause, “Hexateuchal Redaction in Joshua,” HeBAI 6 (2017) 181-202
  • J. J. Krause, “Post mortem Mosi: Conceptualizing Leadership in the Book of Joshua,” in K. Pyschny – S. Schulz (eds.), Debating Authority. Concepts of Leadership in the Pentateuch and the Former Prophets (BZAW 507), Berlin – Boston 2018, 193-205
  • N. Lohfink, “Die deuteronomistische Darstellung des Übergangs der Führung Israels von Moses auf Josua: Ein Beitrag zur alttestamentlichen Theologie des Amtes,” Scholastik 37 (1962) 32-44
  • Ch. Nihan, “La mort de Moïse (Nb 20,1-13; 20,22-29; 27,12-23) et l’édition finale du livre des Nombres”, in T. Römer – K. Schmid (eds.), Les dernieres redactions du Pentateuque, de l’Hexateuque et de l’Enneateuque (BETL 203), Leuven 2007, 145-182
  • Ch. Nihan, “The Literary Relationship between Deuteronomy and Joshua. A Reassessment,” in K. Schmid - R.F Person (eds.), Deuteronomy in the Pentateuch, Hexateuch, and the Deuteronomistic History (FAT II/56), Tübingen 2012, 79-114
  • E. Noort, “Bis zur Grenze des Landes? Num 27,12-23 und das Ende der Priesterschrift,” in T. Römer (ed.), The Books of Leviticus and Numbers (BETL 215), Leuven – Paris – Dudley (MA) 2008, 99-119
  • E. Noort (ed.), The Book of Joshua (BETL 250) Leuven – Paris – Walpole, MA 2012
  •  K. Pyschny - S. Schulz, “Debating Authority – Concepts of Leadership in the Pentateuch and the Former Prophets: An Introduction,” in K. Pyschny – S. Schulz (eds.), Debating Authority. Concepts of Leadership in the Pentateuch and the Former Prophets (BZAW 507), Berlin – Boston 2018, 1-16
  • T. Römer (ed.), The Books of Leviticus and Numbers (BETL 215), Leuven 2008
  • T. Römer – K. Schmid (éd.), Les dernières rédactions du Pentateuque, de l’Hexateuque et de l’Ennéateuque (BETL 203), Leuven 2007
  • Ch. Schäfer-Lichtenberger, Josua und Salomo. Eine Studie zu Autorität und Legitimät des Nachfolgers im Alten Testament (VTS 58), Leiden 1995)
  • J.-P. Sonnet, “The Fifth Book of the Pentateuch. Deuteronomy in Its Narrative Dynamic”, JAJ 3 (2012) 197-234
  • B. Štrba, “Did the Israelites realise why Moses had to die?”, RB 113 (2006) 337-365
  • B. Štrba, Take off your Sandals from your Feet! An Exegetical Study of Josh 5,13-15 (ÖBS 32) Frankfurt a.M. et al. 2008
  • A.B. Wildavsky, Moses as Political Leader (Shalem Press, 2005)
  • I.D. Wilson, Kingship and memory in ancient Judah (New York: Oxford University Press, 2017).